"Dei tre cavalli che corrono per Palazzo Marino, Albertini sembra il meno interessato alla gara. Mi ricorda Ribot, che a prima vista nessuno avrebbe dato come vincente, non avendo l'aspetto del grande galoppatore di classe; che quando veniva accompagnato al paddock per essere mostrato al pubblico osannante e girava con gli altri cavalli si vedeva chiaramente che era infastidito da tanto clamore e da tanta attenzione. Ribot appariva quasi neghittoso e mostrava una certa insofferenza per questa esibizione. Poi scendeva sulla pista, correva da par suo, vinceva con tre lunghezze di distanza e se ne andava ancora più seccato di prima tra le acclamazioni della folla"
Indro Montanelli (maggio 1997)

"Quest'uomo dall'apparente remissività, persino umile, che mai alzerebbe la voce o pesterebbe il pugno sul tavolo, di un'ingenuità quasi fanciullesca - ricordate quando si mise in mutande alla sfilata di Valentino? - è un duro che si spezza ma non si piega né tanto meno si impiega"
Indro Montanelli (aprile 2001)

Albertini, l’ex – sindaco di Milano a Cavour ( Cavour – novembre 2022)

Crescono i transfughi del centrodestra che scelgono Moratti e il Terzo polo (Repubblica – novembre 2022)

Si va verso il campo largo Majorino, conto alla rovescia (Avvenire – 16 novem,bre 2022)

I mille aneddoti e le foto “proibite”nell’ultimo libro di Gabriele Albertini (Affaritaliani – 30 agosto 2022)

“Il bene collettivo non sta nel seguire i verdi talebani” (la Verità – 18 ottobre 2022)

Fontana bacchetta Albertini “Mi spiace preferisca Moratti” (Bresciaoggi – 13 ottobre 2022)

RISPOSTA E REPLICA ALBERTINI-FONTANA

Fontana bacchetta Albertini “Mi spiace preferisca Moratti” (Bresciaoggi – 13 ottobre 2022)

Terzo Polo e destra ci sostengano, sarò capolista del partito di Letizia (La Stampa – 1 ottobre 2022)

Necrologio Regina Elisabetta II (9 settembre 2022)

 

Il mio ricordo: la graziosa Maestà di una Donna, che è stata capace di vivere, per 70 anni ed oltre, le Sue alte responsabilità, affabile e sobria e per com’è stato con me, persino simpatica e spiritosa.
La Sua visita a Milano: un segno indelebile nei ricordi miei e della città.
La Sua vita: un esempio di dedizione ai Suoi doveri istituzionali di Regnante, che illumina questi nostri giorni, così diversi da quelli in cui ci ha mostrato il Suo impegno ed i valori di una Civiltà di cui è stato un lucente simbolo.

Gabriele Albertini

Gabriele Albertini: “Darò una mano alla Moratti se verrà candidata. Salvini in Lombardia come un giocatore di poker” (La7 Tagadà- 11 ottobre 2022)

ASCOLTA L’INTERVISTA